TORNA IN HOMESOCIETA'SQUADRASTAGIONECalciomercatoSTATISTICHECONTATTI



LUNEDÌ 26 SETTEMBRE 2022 - INTERVISTE

MARIO RUI: “IO AL MONDIALE IN QATAR? SONO FELICE DI AVER DATO FINORA UNA MANO AL PORTOGALLO”


La convocazione in Nazionale è sempre un piacere, il coronamento di un sogno


 
     
0


A cura di: Maria Villani
Fonte: O Jogo

Mario Rui ha rilasciato alcune dichiarazioni in seguito alla sonante vittoria del Portogallo per 4-0 in Repubblica Ceca, raccolte da Sport TV e Canal 11.

“Siamo riusciti a raggiungere tutti gli obiettivi, avevamo svariati giocatori a rischio (esclusione dalla gara contro la Spagna), ma la testa non era a quello, era a vincere e a continuare nella scia della vittoria. La prestazione è stata ottima. La Spagna è una squadra molto forte, ma  non cambia nulla nei nostri obiettivi, cioè vincere.

Il vantaggio può essere a livello di classifica ma non abbiamo questo in mente. la mentalità è sempre quella, entrare in campo per vincere: la nostra forma mentis non cambia.

Se sarò convocato per il Mondiale in Qatar? Non era questo l’obiettivo, cioè non è tanto pensare a livello individuale. Sono molto contento di essere arrivato fin qui a dare una mano alla mia Nazionale.

È  sempre un grande piacere ed orgoglio per noi quando siamo chiamati a rappresentare il nostro Paese. È il compimento di un sogno. Sono contento di essere tornato, purtroppo per via di un infortunio di Raphael, al quale auguro di riprendersi presto. La cosa importante di questa partita era vincere e sapevamo che avremmo giocato contro una squadra forte in casa, ma la squadra è stata spettacolare fino al 3-0. Poi abbiamo calato un po’ il livello di aggressività in campo. La sconfitta della Spagna non cambia affatto il nostro obiettivo, indipendentemente dall’avversario: entreremo sempre in campo per vincere, sapendo che affronteremo una delle Nazionali più forti a livello mondiale".

CLICCA QUI PER LEGGERE L’ARTICOLO INTEGRALE  IN LINGUA ORIGINALE