TORNA IN HOMESOCIETA'SQUADRASTAGIONECalciomercatoSTATISTICHECONTATTI



MARTEDÌ 26 LUGLIO 2022 - INTERVISTE

JUAN JESUS: “CON LA MAGLIA DEL NAPOLI NON CI SONO MAI AMICHEVOLI: LA SFIDA ALL’ADANA E A BALOTELLI SFIDA STIMOLANTE”


Kim bravo giocatore: starà a lui capire la tattica nel minor tempo possibile


 
     
0


A cura di: Maria Villani
Fonte: Napolicalcionews

Juan Jesus ha rilasciato un’intervista a SKY Sport.

"Kouli è stato molto importante per questa società. Ha dato tanto, sicuramente ci mancherà un pezzo importante dentro lo  spogliatoio. Comunque quando non c'era nello spogliatoio, abbiamo fatto bene a prescindere perché c'era un gruppo che ha tenuto botta benissimo. Sarà un po’ come il periodo novembre-gennaio, quando lui non c’era. Penso sarà un bel campionato”.

Cosa Kim deve subito sapere di Napoli e del Napoli?

“La tattica ovviamente. Il mister è ovviamente molto bravo a spiegare la tattica. Lui viene dal campionato turco dove la tattica non è come qui che sembra sia un dovere avere una squadra tattica. Capire i movimenti, capire la linea: di impostazione ho visto che è uno bravo, che imposta bene. Sta a lui capire nel più breve tempo possibile”.

Gli obiettivi.

“Abbiamo perso dei giocatori, ma la società sta facendo del suo meglio per prendere calciatori altrettanto bravi. Faremo di tutto per migliorare la nostra posizione. Il Napoli deve lottare sempre, sia in campionato che in Champions, cercando di fare il meglio. Questa città e questi tifosi meritano questo”.

Domani la sfida a Balotelli e all’Adana Demirspor.

“Mario è un giocatore fortissimo, quindi dovremo stare attenti perché è un giocatore che può far male.  

Domani è un’amichevole ma quando si indossa la maglia del Napoli non ci sono amichevoli, sono partite in cui dobbiamo dare sempre il 100%. Domani sarà un’amichevole nella quale faremo del nostro meglio, perché dobbiamo anche mettere  minutaggio nelle gambe. Anche per questo sarà una sfida importante domani.

Con quello che c’è intorno, con quello che succederà, cercheremo sempre di fare il nostro meglio. Posso fare tanti esempi: ho vissuto tanti cambiamenti all’Inter: cambio di presidente, di allenatore… a Roma uguale. Noi abbiamo un mister molto bravo, che gestisce bene il gruppo, sta facendo del suo meglio per lasciare il 100% di sé alla squadra a livello tattico, tecnico ed anche mentale”.