TORNA IN HOMESOCIETA'SQUADRASTAGIONECalciomercatoSTATISTICHECONTATTI



MARTEDÌ 10 SETTEMBRE 2019 - PROSSIMO AVVERSARIO

VERSO NAPOLI-SAMPDORIA: “LA TRUPPA DORIANA AL SAN PAOLO IN UN MATCH SULLA CARTA PROIBITIVO”


Dimostrare di non essere la Sampdoria vista contro Lazio e Sassuolo. Troppo brutta per essere vera


 
     
0


A cura di: Maria Felicia Rosaria Del Pennino
Fonte: TMW

Da TMW si legge:

“La sosta è capitata nel momento più giusto. All’apparenza potrebbe apparire come una frase fatta ma nel caso della Sampdoria non lo è. L’inizio di campionato per gli uomini di Di Francesco è stato a dir poco scioccante. Zero punti in classifica, sette gol insaccasti e uno solo realizzato, per giunta su calcio di rigore dell’eterno Quagliarella. Se a questo aggiungiamo anche un mercato che non ha regalato grossi colpi e i famosi due esterni, se non Emiliano Rigoni dallo Zenit, il cerchio è chiuso. Il tecnico blucerchiato aveva in passato espresso i propri dubbi riguardante una campagna trasferimenti insufficiente ma adesso non c’è più tempo per rimuginare. Adesso spetterà alla squadra e soprattutto alla sapienza dell’ex tecnico della Roma cercare di mantenere la barra dritta in un mare che appare burrascoso.

Il Napoli nel mirino con l’aiuto dei tifosi - Il prossimo impegno di campionato non è per niente dei più abbordabili. Sabato prossimo la truppa doriana andrà al San Paolo per sfidare l’undici di Ancelotti in un match che sulla carta appare molto proibitivo. Quagliarella e compagni però non saranno soli. I tifosi organizzati - la Gradinata Sud e la Federclubs - andranno domani a far visita alla squadra per dimostrare ancora una volta la loro vicinanza e per far sentire che non sono soli specie nei momenti di difficoltà.

Idea difesa a tre - Sul campo però la squadra è chiamata ad una reazione, con Di Francesco che starebbe anche pensando a cambi di modulo per poter dare più equilibrio alla manovra. Nella passata settimana si è anche ipotizzato un passaggio ad una linea a tre con Depaoli e Murru alzati sulla linea dei centrocampisti. Resta da decifrare se in attacco ci sarà ancora il tridente oppure due giocatori in appoggio all’unica punta. La certezza è che la squadra dovrà rialzarsi dopo le due rovinose cadute agostane. E dimostrare di non essere la Sampdoria vista contro Lazio e Sassuolo. Troppo brutta per essere vera”.