TORNA IN HOMESOCIETA'SQUADRASTAGIONECalciomercatoSTATISTICHECONTATTI



LUNEDÌ 15 APRILE 2019 - INTERVISTE

TORREIRA, L’AGENTE: “MI SPIACE NON SIA VENUTO A NAPOLI, ANCELOTTI INSISTEVA, MA AVEVO DATO LA MIA PAROLA ALL’ARSENAL…”


Un mio pensiero sulla gara di giovedì: Arsenal scontento di venirsi a giocare ancora la qualificazione al S. Paolo


 
     
0


A cura di: Maria Villani
Fonte: Napolicalcionews

Pablo Betancourt, agente di Lucas Torreira, centrocampista dell’Arsenal, è intervenuto a Radio Goal su Radio Kiss Kiss Napoli.

“Il gol di Torreira, al Napoli? Ha fatto una gran partita, mi dispiace non sia approdato al Napoli, avevo parlato io in un ultimo colloquio con Ancelotti, che lo voleva, ma purtroppo il calcio inglese è un calcio più avanti rispetto alla Serie A, è duro dirlo ma è così. In Italia negli anni ’90-2000 era il contrario, ma hanno fatto passi avanti nei contratti, nel marketing, mostruoso se paragonato a quello dell’Italia… Se stasera Torreira giocherà contro il Watford? È in rosa, può giocarla, ultimamente il mister si è fissato su Torreira in UEFA, probabile non giochi affatto oggi o giochi in parte per esserci giovedì, d’altro canto conosce anche il calcio italiano. Il Napoli sta per prendere Almendra dal Boca? Confermo che lo tratta, senza far nomi, mi sono trovato con qualcuno del Napoli nella sede del Boca. È un gran giocatore, è un fenomeno, parliamoci chiaro, dobbiamo vedere se resiste il peso della maglia. Ho visto tanti fenomeni arrivati in prima squarta e non ce l’hanno fatta, e la maglia del Napoli è pesante. Non è un affare chiuso, il Napoli ha fatto una proposta e il Boca non lo vende ancora ma è molto intelligente da parte del Napoli muoversi adesso per quel fenomeno. Se non pesa la maglia del Boca allora è un fenomeno. Sarebbe un uomo giusto per Napoli? Sì, penso di sì, ha grandissima qualità, se dimostra che non sente questo peso, anche uruguaiani ed argentini si godono la pressione. Alcuni anni fa ho proposto un ragazzino al Napoli, Nahitan Nandez, che ora gioca al Boca, quello sopporta il peso, lo sapevo perché a soli 20 anni era capitano del Penarol! Il Napoli ha bisogno di giocatori di questo tipo. Valverde? È un giocatore di grandissima qualità, molto moderno per il centrocampo, sarebbe un gran colpo, è giovane. Tutti guardano a Cavani e Suarez ma l’Uruguay ha grandi centrocampisti, non è un caso che l’Uruguay ha superato Argentina e Brasile, grazie al maestro Tabarez che ha fatto un gran lavoro. Torreira e Valverde sono due giocatori di grandissima qualità. In Italia i giocatori non devono tanto imparare il sistema come in Spagna, Valverde ha dovuto imparare il gioco spagnolo. Tornando a Torreira, mi dispiace tanto non sia approdato al Napoli. Con l’Arsenal avevo già chiuso ma Ancelotti insisteva, perché era il giocatore che voleva, ma avevo dato la mia parola all’Arsenal, non si può competere neanche economicamente con questi club. Il mio pensiero sulla partita di giovedì? Alcuni giocatori dell’Arsenal si sono buttati per terra stanchissimi: ebbene non erano i crampi, loro sono abituati a correre tanto come atleti non come calciatori, potevano chiudere la partita e l’hanno lasciata aperta, erano delusi per non averla chiusa del tutto. Giocare al S. Paolo lo sanno che non è da tutti. Non c’era quel clima di contentezza, volevano vincere almeno 3 o 4 a zero”.