TORNA IN HOMESOCIETA'SQUADRASTAGIONECalciomercatoSTATISTICHECONTATTI



GIOVEDÌ 11 APRILE 2019 - STAMPA

IL MATTINO - IL NAPOLI REGALA UN TEMPO A LONDRA E L'ARSENAL VINCE 2-0: SI FA DURA


Tra sette giorni al San Paolo


 
     
0


A cura di: Myriam Novità
Fonte: ilmattino.it

Al Napoli servirà una grande impresa giovedì prossimo al San Paolo per qualificarsi alle semifinali di Europa League. Gli azzurri pagano un pessimo primo tempo ed escono sconfitti per 2-0 dall'Arsenal all'Emirates Stadium di Londra nel match d'andata dei quarti di finale.

L'Arsenal comincia attaccando, il Napoli il maglia nera cerca di prendere le distanze. Insigne e Mertens sono i piccoletti in attacco, con Milik in panca e pronto a subentrare. Koulibaly chiude su Lacazette pericoloso nei primi minuti. I Gunners collezionano già diversi angoli e premono sull'acceleratore: il Napoli si salva in un paio di circostanze. E cerca di ripartire; all'8' Fabiàn va in gol ma è in fuorigioco. Il palleggio rapido e la pressione dell'Arsenal ubriaca più di una volta la mediana azzurra; è una partita di sofferenza. Al 10' gran palla di Zielinski per Insigne deviata in angolo. Il successivo tentativo di testa di Koulibaly è alto. 

I Gunners ritornano ad attaccare e alla prima occasione, al 14', complice un errore di Mario Rui, vanno in vantaggio con Ramsey al termine di una triangolazione veloce. La prima occasione azzurra è di Callejon al tiro da fuori al 23': neutralizzato. L'Arsenal è velocissimo e dà l'impressione di segnare quando vuole. E infatti dopo l'ennesimo errore (stavolta di Fabian) Torreira segna il gol del 2-0. E' notte fonda per gli azzurri. 

Nemmeno prova a reagire il Napoli. L'Arsenal continua a spadroneggiare. Azzurri in completa bambola e meno male che Lacazette sbaglia da buona posizione e grazia gli azzurri. Gunners costantemente in attacco, partita a una sola direzione. Il Napoli non è mai sceso in campo. Meret salva altre due volte su Aubameyang. Un disastro. 

Al 41' ci prova Mario Rui dalla distanza: tiro alto. Negli ultimi minuti del primo tempo gli azzurri prendono un po' più di coraggio e provano ad affaccarsi in area avversaria, ma senza esito. Al 44' Insigne va al tiro al centro dell'area su assist di Callejon, pallone alle stelle. Termina così un primo tempo da dimenticare assolutamente. 

Si ricomincia all'Emirates stadium. E subito Lacazette fa impazzire Hysaj che becca un giallo. Poco dopo Insigne guadagna un angolo affondando in profondità. Gli azzurri provano a rialzare la testa e tenta alcune combinazioni degne di nota. Al 51' Insigne va in rete dopo un tiro di Mario Rui ma è in fuorigioco. Koulibaly ci prova di testa da angolo, deviata da Cech.

L'Arsenal si riaffaccia con Aubameyang ma chiude Maksimovic. Poi è Meret a superarsi su Ramsey. In panchina Ancelotti è nervoso, ha gesti di stizza. Il Napoli però prova a spingere, a rendersi pericoloso. A questo punto, entra Milik al posto di Mertens. Eppure sono i Gunners a essere di nuovo pericolosi con Meret che due volte si dimostra miracoloso. 

Al 71' clamorosa occasione per Zielinski lanciato a rete da Insigne: il tiro è altissimo, un peccato davvero. All'80' è invece è Ramsey a graziare gli azzurri, servito solo davanti a Meret. Dopodiché è doppio cambio: Younes e Ounas per Insigne e Fabian. Il franco-algerino va al tiro da lontano all'84', Cech para. Ounas si rende ancora pericoloso sulla fascia, ma l'Arsenal ci mette una pezza. Su conseguente contropiede Aubameyang sbaglia per fortuna il 3-0 in contropiede. Non c'è più tempo; tra 7 giorni ritorno al San Paolo.