TORNA IN HOMESOCIETA'SQUADRASTAGIONECalciomercatoSTATISTICHECONTATTI



MARTEDÌ 14 GENNAIO 2020 - STAMPA

GAZZETTA - DOPPIO INSIGNE: IL NAPOLI VOLA AI QUARTI


Battuto 2 a 0 il Perugia


 
     
0


A cura di: Redazione
Fonte: Gazzetta.it

La notizia è che il Napoli è ritornato a vincere, al San Paolo, battendo il Perugia. Il successo mancava dall'11 dicembre scorso, contro il Genk, nell'ultima giornata della fase a gironi di Champions League. Ora gli resta da sfatare il tabù in campionato, dove non vince a Fuorigrotta dal 19 ottobre scorso, 2-0 al Verona. Intanto, però, la vittoria di oggi pomeriggio vale il passaggio ai quarti di finale di coppa Italia. L'impegno extra campionato è coinciso col ritorno al gol di Lorenzo Insigne, autore di una doppietta. Il capitano non segnava dal 5 maggio scorso, contro il Cagliari. Ok il risultato, ma sul piano del gioco e delle prestazioni individuali, c'è ancora tanto da fare. Il film della gara evidenzia, infatti, la quasi inattività di Fulignani che non ha dovuto compiere chissà quali prodezze per evitare il tracollo. Fabian Ruiz continua a fare fatica, mentre Elmas sul piano pratico è stato poca cosa. Il debutto di Demme, invece, è soltanto una notizia: il ragazzo ha bisogno di tempo per inserirsi negli schemi di Gattuso.

POCO TURNOVER — Come previsto, Gattuso schiera quasi tutti i titolari. Restano fuori Allan e Callejon, mentre Di Lorenzo viene inserito all'ultimo istante per l'attacco febbrile che ha impedito a Luperto di essere in campo. In attacco, non c'è Arek Milik: l'allenatore gli preferisce Fernando Llorente, peraltro indicato come uno de probabili partenti su questo mercato di gennaio, mentre a centrocampo c'è Elmas in luogo di Allan. La coppa Italia è l'obbiettivo stagionale e non si possono commettere errori.

INSIGNE C'È — È un'occasione da non perdere, dunque, e il Napoli si riversa sin dall'inizio nella metà campo del Perugia. Lorenzo Insigne è in palla, corre e assiste i compagni, un qualcosa che non si vedeva da tempo. Fabian Ruiz trova il coraggio al 12' di concludere dalla distanza, ma trova Fulignati che devia in angolo.Sulla battuta di Insigne, Manolas salta più in alto di tutti, ma il pallone finisce di poco sopra la traversa. Il capitano è scatenato, al 13' trova il corridoio giusto per assistere Lozano: il tiro dell'attaccante messicano è debole e Fulignati devia. La partita si sblocca al 25' per un fallo in area di Nzita su Lozano. L'arbitro non ha alcuna esitazione nell'indicare il dischetto del rigore. Alla battuta ci va Insigne che spiazza l'estremo difensore del Perugia. Il vantaggio porta tranquillità e il Napoli può giocare senza affanni.

ANCORA IL CAPITANO — Il Perugia, comunque, non da' l'impressione di poter impensierire più d tanto la formazione di Gattuso. Così, al 38', arriva il raddoppio, snoda su rigore. Stavolta però, Massimi viene sollecitato da Serra che è alla VAR di rivedere l'azione. L'arbitro fischia e indica il dischetto dove Insigne aveva già piazzato il pallone. Il capitano spiazza nuovamente Fulignani per il 2-0 (38'). Il primo tempo riserva ancora qualche emozione nei minuti di recupero quando Hysaj respinge col braccio un cross di Falcinelli. L'arbitro assegna il calcio d'angolo ma, dalla VAR gli sollecitano un controllo al monitor. L'immagine chiarisce le idee al direttore di gara che ritorna sui propri passi e assegna il calcio d rigore. Alla battuta ci va Iemmello che spara forte nell'angolino sinistro. Il balzo di Ospina e la conseguente respinta , chiude il tempo. Siamo al 50'.

ESORDIO DEMME — La curiosità è tanta quando Gattuso richiama in panchina Fabian Ruiz per fare debuttare Diego Demme, l'ex capitano del Lipsia, arrivato a Napoli lo scorso sabato. Il mediano si muove in un sistema nuovo, che ancora non conosce. Si sistema dinanzi alla difesa, lì dove il Napoli non ha mai avuto un giocatore di ruolo. Ma più che all'impostazione, Demme si è dedicato all'interdizione, rincorrendo gli avversari negli ultimi 20 metri. Il secondo tempo del Perugia e più determinato, nonostante il doppio svantaggio, i ragazzi di Serse Cosmi, all'esordio sulla panchina del Perugia. Il suo ritorno, dopo 16 anni, dovrebbe consentire al Perugia di raggiungere l'obbiettivo playoff.