TORNA IN HOMESOCIETA'SQUADRASTAGIONECalciomercatoSTATISTICHECONTATTI



GIOVEDÌ 7 FEBBRAIO 2019 - INTERVISTE

CHIRICHES: “CAMPIONATO ED EUROPA LEAGUE, NOI CI CREDIAMO ED ANCELOTTI CI DÀ FIDUCIA SEMPRE”


Mio rientro? Già mi alleno coi compagni e spero di partire anch’ io per Firenze


 
     
0


A cura di: Maria Villani
Fonte: Napolicalcionews

Vlad Chiriches è intervenuto nel salottino del giovedì a Radio Goal su Radio Kiss Kiss Napoli

Sto bene! Ho voglia di mangiarmi l’erba e tornare a giocare dopo un inizio difficile perché tante cose non le puoi fare. In quei momenti vedi i compagni che giocano e tu stai male. Poi rientri e fai delle cose con pallone e cresce la fiducia, ma hai bisogno anche di qualcuno che ti tranquillizza e ti freni un po’ senza farti correre troppo. Una data per il mio rientro? Mi alleno con la squadra e spero alla fine della settimana di poter andare a Firenze. Dopo vedremo cosa succede. Coppa Italia sfumata, restano campionato ed EL. Se ci crediamo? Certo che ci crediamo! Anche il Mister ci ha trasmesso che in campionato si può far meglio: sappiamo di dover vincere quasi tutte le partite, e sappiamo che è difficile. Europa League, sappiamo che possiamo vincerla, il Mister ha tanta fiducia in noi e ce la trasmette. Speriamo di arrivare fino alla fine. Più l’Europa League fino alla fine o provare a recuperare sulla Juve? Non dobbiamo pensare al futuro ma fare la nostra partita partita dopo partita vincendole, così si arriva fino in fondo. Ritorniamo al Franchi, stadio di una sconfitta difficile un anno fa, ce l’abbiamo ancora dentro, forse ci pensiamo ancora perché eravamo così vicini all’obiettivo e quella partita ci fece perdere anche la testa, speriamo di toglierci dalla testa quel risultato. Motivazioni particolari? Certo! Una vittoria ci darà più fiducia. La Fiorentina ha giocatori forti che fanno gol e giocano bene, dobbiamo stare attenti e fare bella fase difensiva. Chi mi mette in difficoltà qui in allenamento? Tutti i nostri attaccanti sono forti, di qualità, non ne posso dire uno, a volte uno una giocata che non ti aspetti, a volte un altro. Ancelotti? Lo rispetto tanto, in questi mesi ha sempre parlato con me. mi ha sempre dato quella mano, quella di cui hai bisogno quando sei sfiduciato: mi ha trasmesso tante cose belle che mi aiuteranno a tornare presto in forma. Koulibaly è tra i primi al mondo, tra i più forti e lo ha dimostrato: è un grande giocatore e spero resti così durante l’anno. È bravissimo. Razzismo? In Inghilterra è un po’ una cultura diversa ma anche lì è successo qualcosa con Sterling e speriamo non succeda ancora. Zurigo? Pensiamo una partita per volta poi vediamo cosa succede. Campionato chiuso? L’ho detto prima: il mister ci ha trasmesso che si può vincere ancora, dobbiamo vincere quasi tutte le partite ed arrivare fino in fondo. Pochi spettatori al S. Paolo? Sono stato sorpreso al vedere così questo stadio, me l’aspettavo pieno e mi dispiace, spero i tifosi ci siano vicino durante ogni partita e spero abbiano fiducia in questa squadra credendo che può vincere ancora, spero siano ancora con noi. Sono molto legato a mia moglie e mio figlio col quale gioco, corro subito a casa dopo l’allenamento, sono uno tutto casa e allenamenti. Non faccio vita mondana per la città, ma esco, vado a mangiare fuori con la mia famiglia, non siamo una famiglia che si chiude, non lo facciamo ogni giorno. Tifosi, che dire… vi aspettiamo sempre allo stadio, spero abbiate fiducia in questa squadra. Abbiamo bisogno di voi, vi vogliamo allo stadio. Forza Napoli sempre!”.