TORNA IN HOMESOCIETA'SQUADRASTAGIONECalciomercatoSTATISTICHECONTATTI



LUNEDÌ 9 LUGLIO 2018 - INTERVISTE

CESARANO: “GIROUD: MATURITÀ ED ESPERIENZA, NIENTE MALE PER L’ATTACCO AZZURRO”


Attendo ancora l’idea di Ancelotti; non credo al nome sensazionale, quanto a un colpo ‘alla Benitez’


 
     
0


A cura di: Maria Villani
Fonte: Napolicalcionews

Rino Cesarano, firma storica del giornalismo partenopeo e nazionale, è intervenuto a Radio Goal su Radio Kiss Kiss Napoli:

Benzema ma non solo al centro del discorso del Napoli: si è parlato anche di Akimi, gran prospetto, un  esterno destro che ha avuto poco spazio ma che conosce bene Ancelotti. Mi aspetto ancora il nome suggerito dal tecnico. Tutti i giocatori presi finora sono validi ma Ancelotti conosce a menadito tutte le rose delle squadre che ha allenato e Akimi è uno di questi. Non parlo tanto del colpo a sensazione, quanto di un colpo sostenibile e fattibile, mi aspetto un colpo per dire ‘alla Benitez’ con i vari Albiol, Callejon ecc. Finora l’idea del nuovo tecnico non l’ho ancora vista. Areas ha 26 anni, è già  formato, ma  tra tutti i nomi fatti mi  fermo a Lainer, che con i suoi 25 anni è nel pieno della sua  maturità: è ambidestro, ha buon piede e il Napoli lavora da tanto sulla sua volontà di una nuova esperienza all’estero. Il Napoli è stato costretto a convocare Mezzoni e D’Ignazio, due buoni giocatori promettenti ma ancora giovani per poter fare gli allenamenti ma un altro esterno che si adatti a sinistra ci vuole. Guarderei anche al Chelsea nell’ambito della estenuante trattativa per portare Sarri ai Blues. Sarri firmerà tra oggi e domani, per il semplice motivo che va presentato Ancelotti e quindi liberato Sarri. La trattativa la  sta seguendo direttamente De Laurentiis e la cosa si concluderà in queste ore. Guardare alla rosa della Francia? Non parliamo certo di Mbappè, quanto di Giroud, bell’attaccante: non sapendo ancora le garanzie di Milik un altro attaccante ci vuole, fermo restando che ho stima per Inglese che ha prestanza fisica, bei colpi e nel Napoli potrebbe anche fare di più dei 12 gol realizzati al Chievo pur con presenze sporadiche, ma uno di esperienza ci vuole e Giroud non sarebbe male. Il Napoli è presente su varie situazioni. Si parla della crisi del Milan, di Ronaldo e si parla del Napoli che è appunto attivo e concreto con  giocatori eclettici i quali affidati alla mano di  Ancelotti potrebbero dare vita a una squadra che cambia pelle in corso d’opera. Luis Enrique, nuovo ct spagnolo, è molto stimato da De Laurentiis, non ha avuto molta fortuna in Italia ma è uno che sa il fatto suo. Tornando al Napoli ho molto apprezzato il clima disteso del raduno di stamattina. Non trascuriamo l’impegno intenso di Giuntoli sul fronte cessioni che pure frutteranno un bel  gruzzoletto al Napoli”.